venerdì 10 febbraio 2017

Bimbo sperduto...


C'era una volta in cui ero da solo

Nessun posto in cui andare e nessun posto da chiamare casa

Il mio unico amico era l’uomo sulla luna

E anche lui a volte se ne andava via

Poi una notte, non appena chiusi gli occhi,

vidi un’ombra che volava in alto

lui venne da me con il sorriso più dolce

disse di volermi parlare per un po’

disse “Peter pan- è così che mi chiamano.

Io ti prometto che non sarai mai solo.”

E da quel giorno...

Io sono un bimbo sperduto dell’Isola che non c’è

Che di solito se ne va in giro con Peter Pan

E quando ci annoiamo giochiamo per il bosco

Sempre nascondendoci da Capitan Uncino

“Scappa, scappa, bimbo sperduto” mi dicono.

Lontano dalla realtà.

L’isola che non c’è è una casa per i bimbi sperduti come me
E i bimbi sperduti come me sono liberi

Lui mi spruzzò di polvere fatata e mi disse di credere 

Credere in lui e credere in me 

Insieme voleremo lontano in una nuvola di verde

Fino al tuo bellissimo destino

Mentre ci sollevavamo in volo sopra la città che non mi aveva mai amato

Mi resi conto che finalmente avevo una famiglia

In un momento raggiungemmo l’isola che non c’è

Tranquillamente i miei piedi colpirono la sabbia

E da quel giorno...

Io sono un bimbo sperduto dell’Isola che non c’è

Che di solito se ne va in giro con Peter Pan

E quando ci annoiamo giochiamo per il bosco

Sempre nascondendoci da Capitan Uncino

“Scappa, scappa, bimbo sperduto” mi dicono.

Lontano dalla realtà.

L’isola che non c’è è una casa per i bimbi sperduti come me

E i bimbi sperduti come me sono liberi

Peter pan, campanellino, wendy darling,

anche capitan uncino,

voi siete il mio libro di favole preferito

Isola che non c’è, ti amo tantissimo,

adesso sei tu la mia casa dolce casa

(sono) per sempre un bimbo sperduto finalmente

E per sempre dirò...

Io sono un bimbo sperduto dell’Isola che non c’è

Che di solito se ne va in giro con Peter Pan

E quando ci annoiamo giochiamo per il bosco

Sempre nascondendoci da Capitan Uncino

“Scappa, scappa, bimbo sperduto” mi dicono.

Lontano dalla realtà.

L’isola che non c’è è una casa per i bimbi sperduti come me

E i bimbi sperduti come me sono liberi

mercoledì 5 ottobre 2016

Oggi sarà il giorno in cui ti verrà data un'altra opportunità... (Wonderwall)


Oggi sarà il giorno in cui ti verrà data un'altra opportunità...
E ad oggi dovresti aver capito in qualche modo che cosa devi fare...
Ma io non credo che qualcuno senta quello che provo io per te ora... 

L'indiscrezione si è ripresentata ora è di dominio pubblico pare che il fuoco del tuo cuore si sia spento sono sicuro che avevi già sentito tutto questo prima e che non avevi affatto dubitato ma io non credo che qualcuno senta la stessa cosa che provo io per te ora... 

Tutte le strade che dobbiamo percorrere sono insidiose tutte le luci che ci guidano sono accecanti ci sono tante cose che mi piacerebbe dirti ma non so proprio come farlo...

Forse sarai tu che mi salverai...

In fondo sei tu il mio rifugio...

mercoledì 17 agosto 2016

venerdì 5 agosto 2016

MALEDETTE ZANZARE

Stamattina sono stato al cimitero. E mentre le maledette zanzare ed un vento caldo insopportabile mi circondavano mi sono messo a piangere in piedi a mani basse. Nessuno ti guarda male se piangi in un cimitero. Ero svuotato. Svuotato dalla corsa della mattina presto. Svuotato da notti senza sogni. Svuotato da queste persone con i capelli verdi. Svuotato dalla rabbia di una tomba di un ragazzo di 15 anni e dei suoi peluche. Svuotato da sempre nuovi ostacoli...  Come una corsa dei 110 metri che si trasforma in 110 chilometri. Svuotato ancora dal suo dubbio che io non possa amarla. Svuotato dalle persone con sorrisi inutili che mi circondano. Svuotato da tutta questa sporcizia.
Ciao nonna vado...  Ora sei in buona compagnia. Mi piacciono le persone che ora hai qui vicino a te...

sabato 23 luglio 2016

Sono stato in piedi,  in questo posto indifeso
Finché ho potuto riconoscere la faccia dietro alla faccia
Tutto quello che era andato prima non aveva lasciato traccia
Qui, lungo la ferrovia, nel nostro mondo segreto ci stavamo scontrando. 
In tutti i posti dove nascondevamo amore
Di cosa stavamo parlando?
In questa casa del "far credere"
Divisi in due come Adamo ed Eva, tu tiri fuori ed io ricevo
Pensavi di non dovere scegliere?
Che solo io potessi vincere o perdere?
e in tutti quei posti dove nascondevamo amore
Che cos'era che stavamo pensando?
E la ruota sta girando
La casa si sta sgretolando
Ma la scala resiste
Senza colpa, rimpianto o vergogna. 
Qualsiasi cosa
Siamo sempre gli stessi
Sperando  costruendo
Nel nostro mondo segreto

I stood in this sun sheltered place
'Til I could see the face behind the face
All that had gone before had left no trace
Down by the railway siding
In our secret world, we were colliding
All the places we were hiding love
What was it we were thinking of?
So I watch you wash your hair
Underwater, unaware
And the plane flies through the air
Did you think you didn't have to choose it
That I alone could win or lose it
In all the places we were hiding love
What was it we were thinking of?
In this house of make believe
Divided in two, like Adam and Eve
You put out and I receive
Down by the railway siding
In our secret world, we were colliding
In all the places we were hiding love
What was it we were thinking of?
Oh the wheel is turning spinning round and round
And the house is crumbling but the stairways stand
With no guilt and no shame, no sorrow or blame
Whatever it is, we are all the same
Making it up in our secret world [x3]
Shaking it up
Breaking it up
Making it up in our secret world
Seeing things that were not there
On a wing on a prayer
In this state of disrepair
Down by the railway siding
In our secret world, we were colliding
In all the places we were hiding love
What was it we were thinking of?
Shh, listen
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...